Marijuana: la cura per la fibromialgia

Posted 8th maggio 2018

la Marijuana potrebbe essere la risposta per la fibromialgia

I prodotti derivati dalla cannabis sono il miglior trattamenti disponibili per la gestione del dolore.Il dr. John Regan afferma: Ho lavorato con persone e animali con dolore cronico e lacannabis è il trattamento più efficace che ho trovato. La natura ci ha fornito un farmaco super, ed è un peccato che più persone non possono accedervi per alleviare il dolore.
I potenziali benefici medicinali dei prodotti di cannabis sono davvero indispensabili. Come avvocato per la legalizzazione della cannabis, tra cui legalizza la marijuana medica, credo che sia un crimine che questa pianta è off-limits per lepersone che ne hanno più bisogno.
Per coloro che sono nuovi per uso di cannabis per lagestione del dolore. In primo luogo, penso che è importante per le persone conoscere ciò che due sostanze chimiche della cannabis aiutano a ridurre o eliminare il dolore nei pazienti. Questi due composti hanno effetti diversi sul corpo. In secondo luogo, è importante sapere cosa aspettarsi da ciascuna di queste sostanze chimiche e perché alcuni preferiscono uno a altro.

CBD vs THC

In primo luogo, parliamo di cannabidiolo, noto anche comeCBD. I pazienti che stanno cercando un efficace sollievo al dolore senza il senso di essere “sballati” dalla cannabis cercano il CBD. Alcuni pazienti avvertono anche ansia ridotta e aumento dell’appetito utilizzando CBD, mentre altri potrebbero non ottenere gli effetti terapeutici supplementari. Inoltre, prodotti come l’olio di CBD, l’uso potrebbe dare effetti psicoattivi.
In secondo luogo, è fondamentale discutere di THC nei prodotti di marijuana. I pazienti che usano THC, al contrario del CBD, di solito soffrono di maggiore dolore, che rende i prodotti di cannabis contenente THC molto efficaci come opzione del trattamento di pazienti affetti da fibro altri malati di dolore cronico. I pazienti che usano il THC possono avvertire anche molti effetti collaterali positivi, come facilitare il sonno, miglioramento dell’umore e un aumento dell’appetito. Alcuni ceppi di cannabis possono contribuire ad alleviare l’ansia. Quindi è meglio chiedere aiuto ad un medico che ti aiuterà a trovare  i migliori ceppi di cannabis per la fibromialgia.

Gli alimenti a base di marijuana sono disponibili in una miriade di forme, come cioccolatini, caramelle, lecca-lecca, bevande, dolci,tinture.Gli effetti dei prodotti a base di marijuana commestibili  durano più a lungo e sono più facili da usare, ed è acausa di queste due qualità che tanti pazienti cronici ingeriscono il THC invece di fumarlo.
Il vantaggio più importante rispetto adaltre forme di cannabis è la durata del suo effetto. Per pazienti  di dolore cronico, questo può cambiargli la vita. Considerando che fumato fornirà sollievo per un periodo più breve come un’ora, e gli alimenti ad alto contenuto di THC  offrono ordinariamente la riduzione del dolore per otto ore o più. Più che altro, riducendo il numero di volte che le persone avranno bisogno di cercare sollievo dal dolore può avere un profondo impatto sulla qualità della loro vita, rendendo più facile la vita di tutti i giorni.
Tutti i prodotti elencati in precedenza, da cioccolatini alle tinture, offrono sollievo dal dolore a lungo termine.Detto questo, le tinture forniscono un sollievo più veloce, che li rende una scelta attraente per quelli con dolore improvviso.

Gli alimenti di cannabis sono disponibili sia con CBD e THC. Prodotti contenenti solo CBD possono durare da otto a dodici ore, con alcune persone che sperimentano periodi più lunghi o più brevi di sollievo; lo stesso vale per i prodotti di THC.
Quando si decide di utilizzare alimenti alla cannabis contenenti THC, vi consiglio di iniziare con una dose da 5 mg. Per tutti i prodotti alimentari, può richiedere da trenta minuti a due ore prima che il dolore abbia effetto.Tinture madri potrebbero funzionare in appena quindici minuti.
Una volta che gli alimenti saranno digeriti, i pazienti dovrebbero sentire sollievo dal dolore per diverse ore. Altri benefici possono includere, un aumento dell’appetito, miglioramento del sonno, una riduzione di crampi muscolari e un umore migliorato. Alcuni ottengono sollievo da nausea, irritabilità e altri sintomi di fibro.Negli uomini, la cannabis può anche aumentare la libido, anchese uso eccessivo in alternativa può portare a disfunzione erettile temporanea e reversibile.Ma tutti questi “problemi” sono secondari per chi soffre di fibro ,il fatto che un tipo di medicinale può fornire sollievo per molti sintomi della fibromialgia, mentre può godere dei pochi effetti collaterali, spinge i pazienti di fibra che usavano farmaci convenzionali , ad usare trattamenti a base di cannabis. Per molti, le proprietà ad azione rapida del fumo di marijuana inalato oscurano l’utilità dei prodotti alimentari, ma ciò non significa che tutti coloro che soffrono di fibromialgia non possano ancora trarre beneficio dall’uso commestibile. Se il dolore ad esordio improvviso è un sintomo della fibromialgia, i prodotti alimentari sono ancora inestimabili. Dopo aver fumato la cannabis per il sollievo quasi istantaneo, i professionisti e gli utenti esperti possono ancora consigliare di seguirlo con una piccola dose di marijuana tramite vaporizzazione per la riduzione del dolore a lungo termine. L’uso di un tipo di prodotti a base di cannabis non dovrebbe in alcun modo limitare l’uso di altri. Inoltre, per gli altri, la difficoltà di respirare può essere uno dei disturbi più difficili che vengono con una diagnosi di fibro, rendendo i commestibili la scelta più adatta o unica.Forse uno dei migliori “effetti collaterali” dei prodotti a base di cannabis è la loro capacità di aiutare le persone a conciliare il sonno, un’altra sfida importante che i pazienti con fibromialgia devono affrontare. Tradizionalmente, i cibi commestibili sono superiori alle opzioni di cannabis inalate per garantire una notte intera di sonno. Una dose di marijuana circa un’ora prima di dormire aiuta molte persone a dormire durante la notte, nonostante vampate di calore, gambe senza riposo, lancinanti dolori alla schiena, prurito eccessivo e l’incapacità generale di ottenere il tanto necessario sonno REM troppo elusivo anche per molti pazienti fibro. Anche con i pazienti fibro per i quali il dolore non è la loro lotta centrale, i cannabis commestibili possono ancora essere una forma attiva di trattamento. Come aiuto per dormire, sia CBD che THC possono essere ugualmente efficaci. Come ogni consumatore di cannabis esperto può dirti, e quale cultura pop ci ricorda continuamente, la marijuana può causare “la fame chimica”, o l’intenso desiderio di ingurgitare cibo. Mentre non è la lotta più comune associata alla fibromialgia, alcuni pazienti combattono per mantenere l’appetito, causando così altri problemi per loro, come periodi più estesi di annebbiamenti, letargia, crampi muscolari e altro ancora. Se mantenere una dieta sana a causa della mancanza di appetito è una preoccupazione per te, i cibi a base di cannabis sono spesso un’opzione per migliorare l’appetito e i livelli di energia durante il giorno. Quando si tratta di miglioramento dell’appetito, il THC è superiore al CBD. Se il tuo appetito è sano, il THC (non il CBD) può anche aumentare il tuo metabolismo, il che significa che anche se mangi di più a causa della fame chimica, c’è la possibilità che tu perda peso.Poiché il dolore e la mancanza di mobilità portano ad un aumento di peso in alcuni pazienti fibro (che peggiora i sintomi su tutta la linea), il THC può essere un’arma utile nell’arsenale per mantenere una composizione corporea sana senza revisioni dietetiche o esercizio insostenibile. Esperienze personali e aneddotiche mi dicono che troppa THC non porta a una perdita di peso malsana. I nostri corpi sembrano avere una capacità innata di sapere qual è il nostro peso sano e lavorare per ottenerlo, in questo caso con l’aiuto di THC. Ho visto come un paziente ha perso trenta chili, plateauing a quello che il suo medico ha definito un “peso ideale”, raggiunto senza dieta o aumento di esercizio. 

Concludendo, speriamo in un avanzo da parte della politica italiana e che non si soffermino solo alla canapa light.

By Weedjam