Invia un'email

weedjamclubs@gmail.com

Condividi ...

New York è l’ultimo stato americano a legalizzare la marijuana a scopo ricreativo.

I cittadini di New York con età superiore ai 21 anni possono ora possedere e usare marijuana, anche in pubblico. Tutto ció grazie a un disegno di legge di legalizzazione firmato mercoledì dal governatore Andrew Cuomo. Sebbene la vendita legale di cannabis per uso ricreativo non inizierà prima di 18 mesi, la legge è stata oramai approvata dopo diversi anni di sforzi. La misura rende New York il 16 ° stato a legalizzare l’uso della droga (leggera) da parte degli adulti.

New York diventa il secondo stato più popoloso, dopo la California, a legalizzare la marijuana ricreativa. I sostenitori della legalizzazione sperano che l’Empire State aggiunga slancio e dia l’esempio con i suoi sforzi per rimediare alle iniquità di un sistema che ha rinchiuso persone di colore per reati di marijuana a tassi sproporzionati.

“Mettendo il reinvestimento della comunità, l’equità sociale e la giustizia in primo piano, questa legge è il nuovo gold standard per gli sforzi di riforma a livello nazionale”, ha affermato Melissa Moore, direttrice della Drug Policy Alliance dello stato di New York.

La legislazione fornisce protezioni per i consumatori di cannabis sul posto di lavoro, negli alloggi, nei tribunali familiari, nelle scuole, nei college e nelle università. Si prefigge l’obiettivo di fornire metà delle licenze di marijuana a individui provenienti da comunità sottorappresentate.

New York inizierà automaticamente a cancellare alcune condanne passate relative alla marijuana e le persone non verranno arrestate o perseguite per possesso di erba fino a 3 once. Una legge del 2019 ha già cancellato molte condanne passate e ridotto la pena per il possesso di piccole somme.

In un unico provvedimento, i newyorkesi di età pari o superiore a 21 anni possono ora fumare cannabis in pubblico, anche sui marciapiedi. Nessun altro stato lo consente, ha detto Paul Armentano, vicedirettore del gruppo pro-legalizzazione NORML.

Tuttavia, i newyorkesi non possono fumare o vaporizzare marijuana in luoghi in cui il fumo è proibito dalla legge statale, inclusi luoghi di lavoro, bar e ristoranti interni e entro 30 metri da una scuola.  New York City vieta di fumare nei parchi e sulle spiagge, per esempio.

I governi locali possono approvare regole più severe sull’uso di marijuana, vietare i dispensari al dettaglio o le sale per la cannabis e imporre piccole sanzioni civili, a condizione che non “vietino completamente o essenzialmente a una persona” l’uso legale di marijuana.

FATTORE ECONOMICO

La rivista Marijuana Business Daily stima che New York potrebbe diventare il più grande mercato di marijuana ricreativa della costa orientale, generando un potenziale fatturato annuo di 2,3 miliardi di dollari entro il suo quarto anno.

Cuomo, un democratico, ha detto che le entrate fiscali annuali potrebbero alla fine ammontare a 300 milioni di dollari, anche se i repubblicani sono scettici. La California è stata costretta a tagliare $ 223 milioni dalle proiezioni del bilancio statale nel 2019 a causa delle vendite di erba più lente del previsto.


Condividi ...