Condividi ...

Come preparare il burro di cannabis

Molti probabilmente rimarranno sorpresi da questo post sul come preparare il burro di cannabis, in realtà è più utilizzato di quanto si possa pensare. Questa pianta ha caratteristiche tali che si adatta perfettamente per molteplici utilizzi, dalla creazione di oggetti ad usi alimentari. Olio, farina, pasta, pane, condimenti e molto altro ancora, tra questi il burro è forse il prodotto meno noto e commercializzato. Infatti, possiamo prepararlo in casa con le quantità giuste degli ingredienti di base. Il burro di cannabis sarà perfetto per aromatizzare molti alimenti, ad esempio i brownies e le space cake, tanto per citarne alcuni.

Il burro essendo un ingrediente di base e grasso, ha la capacità di assorbire i cannabinoidi liposolubili, quali il THC e CBD. Questo vuol dire che sarà possibile condire quasi ogni piatto aromatizzandolo con la marijuana, ottenendo così dei piatti sfiziosi e innovativi. Di seguito vedremo come preparare il burro di cannabis, la cui ricetta richiede circa un’oretta di tempo per ottenere il prodotto finito. Precisamente 15 minuti per la preparazione e circa 45 minuti per la cottura.

Cosa occorre e come preparare questa ricetta

Utensili:

  • Spatola o cucchiaio grande
  • Casseruola o padella
  • Ciotola grande
  • Colino
  • Strofinaccio
  • Contenitore ermetico

Ingredienti:

  • 7 grammi circa di cime di cannabis
  • ½ tazza di burro non salato

Preparazione:

Il primo step è quello di tritare la cannabis decarbossilata, dovrà essere in sostanza una polvere molto fine. In questo modo si otterrà una maggiore superficie della marijuana, la quale si assorbirà con molta più facilità.

Secondo step, mettere il burro dentro una pentola e farlo sciogliere a fuoco lento, poi aggiungere un po’ alla volta la polvere di marijuana. Il tutto va mescolato molto bene e con continuità ad ogni pizzico di polvere che aggiungete. Per i vegani invece del burro è possibile usare l’olio di cocco, è vegetale ed ha più meno le stesse caratteristiche del burro tradizionale, quindi cambia ingrediente ma i risultati sono identici.

Trascorsi circa 45 minuti e a cottura completata, versare tutto il composto in una ciotola grande filtrando il tutto con un colino. Questo passaggio solo per eliminare alcuni frammenti più grandi della cannabis. Premere bene sul colino con un cucchiaio o spatola, per raccogliere tutto il composto disponibile.

Per un ulteriore filtraggio ed eliminare qualche residuo di marijuana che può aver attraversato il colino, è possibile usare uno strofinaccio da cucina.

Il risultato sarà un olio verde, che entro poco tempo solidificherà diventando un bel panetto di burro alla marijuana. Infine, per conservarlo è consigliabile riporto in un contenitore a chiusura ermetica e riporto in frigo o congelatore. Così da poterlo usare ogni volta che ne abbiamo voglia.

E così abbiamo scoperto come preparare il burro di cannabis, un estratto con il quale possiamo creare molte altre interessanti ricetti a base di cannabis. Possiamo condirci la pasta, usarlo per preparare biscotti, insaporire carne e pesce, insomma usarlo in decine di occasioni e farlo assaggiare ai nostri amici. La ricetta e facile e veloce, con questo burro alla cannabis possiamo insaporire i soliti piatti e dargli nuova vita e sapore unici!