Invia un'email

weedjamclubs@gmail.com

Condividi ...

Riaprono i cannabis club a Barcelona

Riaprono i cannabis club di Barcellona dopo l’emergenza Covid. Finalmente l’allentamento delle misure dovute al contrasto dell’epidemia consente di accedere ai social club. I consumatori abituali di cannabis possono riprendere le loro abitudini e possono farlo in tutta sicurezza.

Durante la fase zero del lock down spagnolo i cannabis club sono stati chiusi ed è stato impossibile rifornirsi di marijuana. Tutti coloro che utilizzavano la cannabis per scopi terapeutici si sono all’improvviso trovati in grandi difficoltà. Dal momento che la legge spagnola non consente il trasporto della cannabis, non è stato neanche possibile tenere aperti i social club per l’acquisto. Dal 14 marzo, la chiusura repentina ha reso impossibile rifornirsi di cannabis se non ricorrendo al mercato nero. Una scelta che, oltre ad essere del tutto illegale, ha anche fatto sollevare questioni circa la qualità di prodotti acquistati.

La sicurezza ed il controllo dell’acquisto all’interno di un cannabis club non sono in alcun modo paragonabili con il mercato nero. Il fatto che riaprono i cannabis club ha finalmente ripristinato una situazione di legalità per quanti non possono fare a meno della cannabis. Quanti la utilizzano per scopi terapeutici o solo per scopi ricreativi, possono tornare a rifornirsi in tutta sicurezza.

Cannabis club, chiusura improvvisa e difficoltà.

Quando il 14 marzo il governo spagnolo ha decretato lo stato di lock down, il paese si è paralizzato. I consumatori di cannabis non hanno fatto in tempo ad accumulare scorte e il flusso di turisti si è repentinamente interrotto. I cannabis club, come gli altri esercizi commerciali, hanno affrontato, e stanno tuttora affrontando, un momento di grande difficoltà. Ora che riaprono i cannabis club devono affrontare la sfida più grande: dare sicurezza ai soci e farli sentire di nuovo come a casa propria. Le regole del distanziamento sociale per contenere il virus sono regole molto stringenti che i club devono applicare per dare sicurezza ai clienti.

Tornare alla situazione pre-Covid è ancora improponibile, ma con tutte le accortezze necessarie è possibile riaprire in tutta sicurezza.

Una riapertura con cautela e in tutta sicurezza

Le associazioni cannabiche, in accordo con il governo, hanno stabilito una serie di regole da adottare in modo da garantire una ripresa delle attività in tutta sicurezza. Ora che riaprono i cannabis club, le regole saranno importantissime ed è auspicabile che tutti i soci si attengano alle indicazioni fornite.

  • Accesso su appuntamento
  • Uso della mascherina all’interno dei locali
  • Lavaggio frequente di mani o uso di soluzioni idroalcoliche
  • Rispetto dell’orario di arrivo e del tempo concesso per la permanenza

Gli operatori, dal canto loro, sono tenuti a garantire le dovute norme igieniche all’interno dei locali:

  • Sanificazione del locale
  • Aerazione frequente
  • Pulizia del bancone e delle aree consumo tra un cliente e l’altro
  • Presenza di gel disinfettanti a disposizione dei soci

Si vede che si tratta di soluzioni igieniche intuitive ed immediate, nonché di facile attuazione.

Ogni club sta mettendo in atto tutto quanto in proprio potere per riaprire garantendo la sicurezza ed impedendo una nuova diffusione del virus. In questo modo i consumatori di cannabis possono tornare ad approvvigionarsi senza timori di prodotti controllati e di qualità.


Condividi ...