Condividi ...

Cannabis terapeutica per cani e gatti, quando e perché usarla

Se state pensando sia uno scherzo vi diciamo subito che non lo è, tutt’altro, la cannabis terapeutica per cani e gatti è un fatto reale. Facciamo prima di tutto un breve excursus per vedere di cosa stiamo parlando quando citiamo la cannabis terapeutica. In questo caso parliamo di olio CBD, precisando che si tratta di un prodotto assolutamente a norma di legge e concretamente innocuo. Infatti, l’olio CBD per uso terapeutico, in questo caso destinato ai nostri amici pelosi, non contiene più dello 0.3% di THC. Legale quindi in Italia e altri paesi europei dove viene commercializzato senza alcun tipo di problema. CBD in altre parole non è altro che l’acronimo del cannabidiolo, ovvero uno degli elementi principali contenuti nella canapa. Che contrariamente al tetraidrocannabinolo non ha controindicazioni da effetto psicoattivo.

Di fatto la cannabis terapeutica per cani e gatti, sotto forma di olio CBD, rappresenta un buon sistema per migliorare il rapporto con gli animali. Questo soprattutto perché può alleviare i loro malesseri, paure stress. Non dimentichiamo che questi animali sono domestici solo perché noi scegliamo per loro che sia così, ma in realtà la loro natura è tutt’altra. Ovviamente prima di qualsiasi sperimentazioni sugli animali, gli effetti positivi dell’olio CBD sono stati testati sull’uomo. Di fatto una volta tanto siamo stati noi a fare da cavia per i nostri animali, per cui anche questo aspetto ha i suoi lati etico-morali!

L’olio CBD per il cane

CaneIl cane è il nostro migliore amico per eccellenza, lo è da sempre per cui ce ne prendiamo cura con attenzione e facciamo che non gli manchi mai nulla. La cannabis terapeutica per cani e gatti, quindi per animali domestici, può aiutare i pelosi in vari modi. Ad esempio, avete mai pensato quando può essere stressante per un cane i rumori forti della musica ad alto volume o peggio i fuochi di artificio? Per un cane superare un certo livello di decibel vuol dire paura, agitazione e stress. Con un estratto d’olio CBD queste sue paure possono scomparire o alleviarsi drasticamente.

Ovvio che non stiamo parlando di “drogare” o sedare il cane per non farlo “soffrire”, ma semplicemente di dargli un aiuto per allentare le sue tensioni. E chiaramente con gli estratti e prodotti di questo tipo il problema si risolve, si tratta di evidenze già provate anche se in corso di sperimentazione. È utile sapere per capire il fenomeno, che durante gli spettacoli dove si lanciano fuochi d’artificio con scoppi assordanti, gli animali vanno in tilt. Purtroppo, insieme ai pelosetti vanno in tilt anche i centri veterinari, infatti, aumentano le problematiche conseguenza dei fuochi o dei rumori eccessivi delle feste. Le ricerche in questo ambito specifico sono tutt’ora in corso e forse ci vorrà ancora un po’ prima di una definitiva dichiarazione finale. Tuttavia, le prove finora disponibili ci dicono che per gli animali l’olio CBD può ridurre lo stress dei cani, quindi migliorandone di fatto la qualità della vita. Quello che invece è certo, è che il CBD si attiva con il sistema endocannabinoide (ESC) senza legarsi ai recettori CB1 e CB2 come il THC. In concreto producendo moltissimi effetti positivi per i nostri amici a quattro zampe.

Quando usare l’olio CBD con il gatto

GattoIl gatto non è un animale facile, lo consideriamo domestico ma di fatto non lo è anche se spesso ce lo ritroviamo sul divano. Il gatto è un animale indipendente e dallo spirito libero. Anche se poi ci sono sempre le eccezioni di gatti pigri e poco inclini alla vita “selvaggia” fuori casa. La cannabis terapeutica per cani e gatti è ovviamente un’opzione, che nel caso del gatto rappresenta un buon metodo per renderlo meno aggressivo. Non si tratta di cambiare la sua natura, semplicemente solo di alleviare quel lato felino poco docile, chiaro che non tutti i gatti hanno questa caratteristica. Ci sono gatti che sono docili, come già detto pigri e poco attivi, mentre altri sono spesso un problema tenerli a bada specie quando sono in casa.

Ci sono comunque altre importanti motivazioni per le quali si può usare la cannabis, ad esempio quando i gatti soffrono per l’ansia, stress o per problemi infiammatori. Altro problema che potrebbe essere alleviato ad esempio, è la perdita di appetito, cosa che capita a molti felini domestici. Queste particolari problematiche si possono alleggerire e in molti casi risolvere con l’olio CBD. Ci poi sono altre condizioni più gravi, come l’artrite, pancreatite, l’asma o le conclamate patologie intestinali. Moltissimi gatti si ammalano proprio a causa del cibo, con problemi anche gravi che possono dare dolori molto forti e strazianti. Con l’uso dell’olio questi dolori si possono alleviare molto garantendo al gatto una vita meno dolorosa e più facile.

Dove trovare l’olio CBD e come somministrarlo

Siamo arrivati quindi alla domanda di rito, quella che interessa tutti coloro che hanno letto fin qui, giustamente. La prima cosa che ti consigliamo è quella di confrontarti con il tuo veterinario su questo tema, molti spesso consigliano questa soluzione. La cannabis terapeutica per cani e gatti è comunque facilmente reperibile. I cannabis shop o negozi che vendono derivati della canapa in genere hanno anche gli estratti. Per quanto riguarda la somministrazione questa varia in basa alla taglia dell’animale, e va da 0,1 a 0,5 mg di CBD per kg pesato dall’animale.

Una volta avuto l’ok del veterinario, ammesso che non sia stato lui per primo a consigliarvi questa terapia, potrete somministrare l’olio all’animale. Ovviamente rispettando i dosaggi consigliati e annotando eventuali reazioni avverse nell’animale specie alle prime somministrazioni. Se non si notato particolari comportamenti che non rientrano nella norma, allora vuol dire che il cane o gatto tollera perfettamente. A questo punto sarà l’inizio di un percorso che migliorerà sensibilmente la qualità della vita degli animali e conseguentemente il vostro rapporto con loro. È ovvio che stiamo parlando di una somministrazione attenta e controllata, con prodotti di qualità a base di cannabis.

In ultima analisi la cannabis terapeutica per cani e gatti è un’evoluzione che va incontro a quei sentimenti di etica e moralità. Per cui evitando sofferenze inutile ai nostri animali e soprattutto risolvendo i loro problemi di salute, faremo una gran cosa per loro ma anche per noi stessi!