Invia un'email

weedjamclubs@gmail.com

Condividi ...

La marjuana è legale a Barcelona?

La marijuana è legale a Barcelona? Non è una questione semplice, in breve la risposta è sì, ma la faccenda è più complessa ed articolata. La marijuana è legale, ma a condizioni specifiche. In base alle leggi spagnole, la marijuana è legale in tutto il paese solo per il consumo personale. E le circostanze, quando si tratta di cannabis, non sono mai così semplici e lineari.

La risposta alla domanda “la marijuana è legale a Barcelona” è quindi “Sì, ma solo in piccole quantità per uso personale e fino a che coltivazione, possesso e consumo avvengono all’interno di spazi privati. Ma vediamo insieme più in profondità la questione.

Il mercato nero della marijuana è legale a Barcelona?

In teoria sì, a Barcelona è possibile acquistare legalmente la marijuana proveniente dal mercato nero. Essere sorpresi ad acquistare marijuana da un venditore in strada non costituisce reato a Barcelona, ma comporta l’emissione di una multa. Le multe sono abbastanza elevate, si va dai 300 ai 400 Euro, od anche di più. Proprio per questo, la soluzione migliore è entrare a far parte di un Cannabis club privato, tra i tanti esistenti a Barcelona.

I cannabis club privati sono legali a Barcelona?

Sì, i club di cannabis a Barcelona sono legali. Questi club, infatti, sono associazioni totalmente private, e perciò rispettano le norme che regolano l’acquisto, il possesso e l’utilizzo di cannabis in Spagna. Inoltre, essendo entità private, tutte le attività che vi si svolgono sono protette dalle leggi costituzionali spagnole in materia di privacy. Sfortunatamente, essendo privati, questi club non sono luoghi aperti al pubblico. Per diventare membro di un cannabis club è necessario essere presentati da qualcuno già membro che svolga la funzione di sponsor.

Gli amici possono dare marijuana ai propri conoscenti legalmente a Barcelona?

Sì, amici e collaboratori possono fornire erba legalmente ai propri conoscenti senza che questo costituisca alcun tipo di reato. Come sempre, è importante rispettare alcune regole. Prima di tutto, però, l’uso della cannabis ricevuta deve essere strettamente personale. Di fatto la marjuana è legale a Barcelona ma non è possibile cederla ad altri, ed è possibile consumarla nei vari clubs della città.

È possibile coltivare marjuana legalmente a Barcelona?

Sì, a Barcelona è possibile coltivare erba legalmente, basta rispettare alcune semplici regole. Prima di tutto le piante devono trovarsi in uno spazio totalmente privato, fuori dalla vista pubblica. Il numero di piante coltivate non deve essere superiore a 6. Se queste regole vengono rispettate, la coltivazione della cannabis è totalmente legale ed è possibile anche condividere il prodotto con i propri amici. In caso contrario si è passibili di sanzioni.

Quando la marijuana non è legale a Barcelona?

La marijuana è legale a BarcellonaDopo questo breve excursus potrebbe sembrare che a Barcelona acquistare, coltivare e possedere marijuana sia una faccenda sempre legale e permessa: non è così. La marijuana non è legale a Barcelona quando è scambiata o consumata in spazi pubblici oppure quando se ne possiede quantità troppo elevate. Il possesso personale di queste sostanze a Barcelona non è mai stato perseguito come reato, almeno fino a che si resta in uno spazio del tutto privato. Ma nel momento in cui si consuma o si possiede cannabis all’interno di aree pubbliche si diventa passibili di multe e sanzioni civili.

Anche in questo caso, non si tratta di implicazioni di tipo penale, poiché di fatto a Barcelona, come in tutta la Spagna, la marijuana non è illegale. Sì quindi la marjuana è legale a Barcelona. Semplicemente, il suo consumo è regolamentato da norme che devono essere rispettate, ma che comportano solo implicazioni di tipo civile. Tuttavia, il diritto che regola queste leggi in Spagna non è così semplice, le leggi sulla privacy sono complesse. Se ad esempio si lascia un ambiente privato, la propria casa od un cannabis club, con della cannabis in tasca si è passibili di sanzione nel momento in cui si è in strada o sul marciapiede.

Se la polizia troverà l’erba in una tasca la sequestrerà e, se il proprietario è un turista od uno straniero, emetterà una multa. Ma allo stesso modo, se l’erba fosse stata nascosta in un posto più “privato”, come ad esempio nelle mutande, la polizia non avrebbe potuto far niente. Secondo le leggi sulla privacy, non è consentito agli agenti frugare in aree private senza un regolare mandato. Non è possibile nemmeno consumare cannabis in pubblico, nonostante fumare in luoghi come la spiaggia o fuori da un locale sia molto comune. Questi comportamenti sono tutti a rischio, essere scoperti comporta prendere una multa. Trattare con la polizia di Barcelona non è mai divertente! È importante tenere sempre a mente il primo regolamento in materia di consumo di cannabis a Barcelona: “tieni le cose private!”.

Se, quindi, avete intenzione di acquistare e consumare cannabis a Barcelona, il modo migliore è sicuramente entrare a far parte di un cannabis club privato. Non vi resta che scegliere quello che preferite, la maggior parte si trova nel centro città e nella zona di “Ciutat vella”. Il passo successivo è trovare uno sponsor che vi presenti e vi introduca nel club. È questo l’unico ostacolo per un turista od uno straniero intenzionato a diventare membro di uno di questi club. Non vi sono restrizioni all’ingresso di turisti e stranieri nei club, ma solo un regolamento preciso da seguire per essere ammessi.

Quali sono le regole per il consumo di cannabis nei club?

I club di Cannabis di Barcelona sono veri e propri collettivi che si impegnano a coltivare e produrre Marjuana per i loro iscritti. Il pagamento per l’acquisto dell’erba è considerato, di fatto, come un risarcimento, una donazione ad un amico per il tempo speso per la coltivazione del prodotto. La maggior parte dei club limita il numero totale di grammi che è possibile acquisire ogni mese ed impone anche un limite giornaliero.


Condividi ...