Invia un'email

weedjamclubs@gmail.com

Condividi ...

ASSOCIAZIONI di BARCELLONA A RISCHIO CHIUSURA

Le centinaia di cannabis social club Barcellona hanno subito una forte battuta d’arresto , dopo la decisione della corte suprema di alterare il cavillo legale che ha permesso alla città di diventare il simbolo della marijuana in spagna .

Quest’ultima si è sempre distinta per il suo atteggiamento più permissivo rispetto alla cannabis , si pensi che fin dagli anni settanta ,la depenalizzazione sull’uso personale di queste sostanze era argomento di dibattito . Tant’è che uno dei simboli della città catalana , Cristoforo Colombo , nella sua rappresentazione in statua sono raffigurate due fiere piante di canapa si ergono al suo fianco.

All’interno dei Cannabis Club dalle radici della cultura spagnola la canapa e le sue mille applicazioni sono profondamente integrate nel tessuto stesso della società.

I giudici hanno sentenziato che le autorità cittadine non erano preposte a legiferare su questioni che riguardano la salute pubblica , controvertendo in questo modo la scappatoia che reggeva questo sistema .

gli enti cittadini hanno provveduto ad informare che l’ultima sentenza in merito proibisce ;
promozione , vendita e consumo della cannabis .

si prevedono controlli a tappeto da parte delle autorità locali , con lo specifico intento di contrastare la promozione della canapa all’interno di circoli che dovrebbero essere privati

dove da una parte i rappresentati del social club si schierano , sottolineando che il loro modello a “circuito chiuso “ permette ad adulti consenzienti di consumare e condividere la marijuana che proviene da produttori controllati e conosciuti ,dalla altra fa muro il comune di Barcellona che li sta effettivamente considerando come luoghi atti alla vendita e promozione della cannabis.

la federazione catalana che regolamenta il tutto , come anche la polizia locale e perfino l’amministrazione cittadina , non possono certo evitare di considerare che la loro presenza abbia notevolmente ridotto lo spaccio per le strade e proporzionalmente anche il consumo ,

la situazione è cominciata a diventare spinosa quando molte delle associazioni si sono allontanate dallo scopo con cui sono state create , orientandosi verso la vendita di massa e ai turisti .

Spaventate le associazioni chiedono a gran voce di partecipare ad un tavolo di lavoro congiunto con il consiglio comunale cosicché da trovare una soluzione comune in una città che si è sempre distinta come approccio pionieristico all’applicazione di nuove politiche di droga rivolte alla persona e alla salute .


Condividi ...